Relitto Pramnos - ex Senja

 

Costruito a Moss nel 1938 in contemporanea a due navi sorelle, Vardø e Andenes.

Iniziò la carriera sulla rotta mercantile Oslo-Kirkenes. Alle scoppio della seconda guerra mondiale fu deputato alla linea Oslo-Havnnes per il trasporto del carbone a Svalbard.
Nell’ottobre del 1941 fu requisito e navigò fino al 1944. Il 4 Maggio 1945 fu bombardato e affondato insieme alla Black Watch a kilbotn vicino Harstad , dai velivoli Avenger and Wildcat partiti dall’ HMS Queen, Searcher and Trumpeter.


Recuperato nel 1947 dalla Tarangers Bergningsselskap e riparato a Akers mek. Tornò in servizio sulla linea mercantile Oslo-kirkenes dall’ aprile 1948 fino al 1966 quando fu rinominato Hestmannen .
Nel 1967 fu venduto all'agenzia di trasporto Piræus greca che lo richiamò Pramnos.
Sabato 12 Maggio 1973 sulla rotta Civitavecchia – Marina di Carrara, trasportando un carico di cemento, entrò in collisione con l’ M/S Tony e affondò nella zona di mare compresa fra L’Argentario e l’isola del Giglio. I naufraghi furono tratti in salvo dal moto peschereccio Nuova Giulia di Porto Ercole.

 

Ora giace poggiato su un fondale di circa 126 metri. 

 

L'immersione è riservata a subacquei molto esperti data l'elevata difficoltà.

A centro nave è presente una rete da strascico persa, che rimane sulla verticale del relitto, sospesa a mezzacqua.

 

Foto di Lorenzo del Veneziano

  • c-facebook
  • c-twitter
  • c-youtube
Diving center toscana, corsi subacquei toscana

 emailInfo@argentariodivers.it              cell 339 - 1376411 Stefania               cell 339 - 6913347 Simone

copyright 2018 - Argentario Divers